Caldaia o pompa di calore?

Caldaia a condensazione o pompa di calore? 

Quale conviene di più?  

Spesso ci si chiede quale sia il sistema economicamente più vantaggioso. La risposta in generale è: “dipende”.

Ci sono però diversi punti da analizzare per capire i pro e i contro di una caldaia a condensazione rispetto a una pompa di calore. 

Prima però, introduciamole brevemente: 

  • Cos’è una caldaia?

La maggior parte delle case in Italia fa affidamento su una caldaia per riscaldare gli ambienti e ricevere anche acqua calda.                                                                                Utilizzando gas naturale, petrolio, elettricità o biomasse, la caldaia riscalda l’acqua per i termosifoni, per i riscaldamenti a pavimento e per gli usi domestici. In molte abitazioni, la caldaia funziona a fianco di un boiler per l’acqua calda.

  • Cos’è una pompa di calore?

Una pompa di calore è una tecnologia più recente e complessa ma che alla fine svolge la stessa funzione di una caldaia, ovvero genera calore per produrre acqua calda per la tua casa.

La pompa di calore estrae il calore latente dal suolo o dall’aria (o dai corpi idrici naturali) e, successivamente, lo utilizza per riscaldare un elemento che trasferisce questo calore a un refrigerante. Quest’ultimo viene poi compresso fino a raggiungere una temperatura sufficientemente alta da poter riscaldare l’acqua per la tua casa.

Le pompe di calore richiedono solo una piccola quantità di elettricità e funzionano a temperature fino a -15 gradi.

Possono fornire acqua calda e riscaldamento per la tua casa per tutto l’anno, ma sono meno efficienti nei climi più freddi per una maggiore richiesta di elettricità.

Ora analizziamo insieme alcuni punti per capire quale sia la scelta migliore:

  • È più efficiente la caldaia o la pompa di calore?

Per quanto riguarda l’efficienza, la pompa di calore esce vincitrice dal testa a testa con la caldaia. Le caldaie più vecchie, infatti, sono efficienti soltanto al 50-75%

Tuttavia quelle più moderne a condensazione possono raggiungere un’efficienza del 92%, quindi sostituire una vecchia caldaia con un nuovo modello potrebbe già ridurre significativamente le emissioni di carbonio.

Anche la caldaia più efficiente, però, non riesce comunque a battere la pompa di calore quanto ad efficienza.

Infatti, le pompe a calore possono essere efficienti fino al 350% in quanto utilizzano soltanto una piccola quantità di elettricità per produrre almeno tre volte più calore da usare in tutta la casa. 

  • Quanto dura la caldaia rispetto alla pompa di calore?

Una tipica caldaia a gas, oppure ad olio, dovrebbe funzionare in modo efficace, ed efficiente, per 8-12 anni. A condizione, ovviamente, che venga sottoposta ad una manutenzione regolare (e possibilmente una volta all’anno).

Una pompa di calore, al contrario, può durare anche 15-25 anni, perché ha meno parti mobili ed è meno soggetta alle rotture.

  • Quanto spazio occupa una caldaia rispetto a una pompa di calore?

Per installare una pompa di calore nella tua casa, avrai bisogno di uno spazio esterno.

Una pompa di calore ad aria comprende un’unità esterna delle dimensioni approssimative di una lavatrice.

In alcuni casi ci sarà anche un’unità interna, che include uno scambiatore di calore e un boiler per l’acqua calda separato.

Una caldaia a gas è notevolmente più compatta, soprattutto se si dispone di una caldaia combinata.

Un impianto ibrido richiede anche un boiler per l’acqua calda separato, mentre una caldaia normale necessita sia di un boiler per l’acqua calda che di un serbatoio per l’alimentazione in soffitta.

  • Quanto costa installare una caldaia? E quanto invece una pompa di calore?

L’installazione di una caldaia è molto più economica rispetto all’acquisto di una pompa di calore.

In media, la sostituzione di una caldaia può costare tra i 1500 e i 2500 euro, inclusa la manodopera.

Quando si confronta questo con il probabile costo di 6000-8000 euro per una pompa di calore ad aria, è chiaro che i costi iniziali per l’installazione di una caldaia sono più interessanti.

In più, affinché le pompe di calore funzionino in modo efficiente, la proprietà dev’essere ben isolata e il sistema di erogazione del calore deve avere una superficie ampia. Ciò potrebbe significare la necessità di migliorare l’isolamento, di installare radiatori più grandi o di acquistare un nuovo riscaldamento a pavimento.

Ma questo non deve scoraggiarti, infatti i sistemi di riscaldamento rinnovabile, come appunto le pompe di calore, possono rientrare nell’ecobonus o nel superbonus.

Grazie a questi bonus, puoi recuperare tra il 65 e il 110% del costo sostenuto per l’installazione. Per accedere a questi bonus, e scoprire come ottenerli, puoi visitare il sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate.

Oppure puoi chiamarci per ottenere subito una consulenza e una valutazione sul tuo intervento. 

A proposito, leggi anche il nostro articolo sull’Ecobonus 2022 per scoprire tutte le agevolazioni che potresti ottenere per gli interventi di riqualificazione energetica.

E ora continuiamo con la nostra lista…

  • Per la manutenzione?

Sebbene sia importante far controllare una caldaia a gas da un tecnico ogni 12 mesi per assicurarsi che funzioni sempre in modo efficiente e sicuro, le pompe di calore non richiedono una manutenzione annuale in quanto hanno meno componenti da controllare.

  • È più facile da usare una caldaia oppure una pompa di calore?

Oggi l’utilizzo di timer, programmatori, controlli automatizzati e intelligenti vengono progettati per aiutarti a scaldare la tua casa con facilità ed efficienza.

La complessità della funzionalità dipenderà dalla marca e dal modello che sceglierai.

Se, per esempio, è la prima volta che installi una pompa di calore, oppure le caldaie nuove per te rappresentano ancora un mistero, il nostro consiglio è quello di non scegliere una caldaia o una pompa di calore con molteplici opzioni, ma di puntare piuttosto su una che disponga di poche funzioni basilari e tutte facilmente comprensibili.

E se avessi ancora qualche dubbio? Con noi non devi preoccuparti, siamo sempre a disposizione per consigliarti quello che risponde meglio alle tue esigenze e offrirti un’assistenza continua.                                                                                                            Ci puoi contattare via mail, per telefono, scegli tu! Basta andare sulla nostra pagina.

  • Quale inquina di più?

Sicuramente la caldaia a gas.                                                                                                     

Uno dei principali motivi per cui, al giorno d’oggi, molte persone scelgono le pompe di calore come metodo di riscaldamento per la loro casa, è che le pompe di calore non producono emissioni di anidride carbonica quando sono in funzione, a differenza della caldaia a gas.

Usano infatti soltanto una piccola quantità di elettricità per funzionare, ma la loro alta efficienza le rende una scelta molto più rispettosa per l’ambiente.

E ora concludiamo con gli ultimi consigli:

La scelta tra una caldaia e una pompa di calore dovrebbe essere fatta in base a ciò che è più importante per te, a quanto è adatta alla tua casa, quanto spazio hai e a quanto hai a disposizione di budget.      

  • Le pompe di calore sono sistemi di riscaldamento efficaci ed efficienti, che riducono notevolmente l’impronta di carbonio di una casa e sono facili da mantenere. Sono un’opzione particolarmente buona per le case fuori dalla rete del gas, che altrimenti farebbero affidamento su petrolio, carbone o elettricità per il loro riscaldamento. 
  • Se vivi sulla rete del gas oppure non puoi permetterti l’acquisto di una pompa di calore, puoi comunque ridurre sensibilmente le tue emissioni di anidride carbonica e le spese di riscaldamento sostituendo la tua vecchia caldaia con una moderna a condensazione.

E tu cosa sceglieresti?                                                                                                                  

Possiamo trovare insieme la soluzione più adatta a te, chiamaci subito o visita il nostro sito !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.